Malta, visita all’Isola di Gozo

By | 19 agosto 2015

Desiderate vivere un viaggio indimenticabile a Malta? Vi consigliamo di visitare il villaggio di Gharb, una location rurale e racchiusa sull’Isola mitologica di Gozo. I turisti di tutto il mondo la conoscono come l’Isola di Calipso, infatti, in questi anni sono stati effettuati diversi studi che hanno reso possibile l’identificazione della zona, ovvero l’isola in cui Ulisse fu catturato dal richiamo di Calispo.

gozoX2

Fantasia o realtà? A voi la scelta, una volta arrivati a Gharb vi sentirete completamente immersi nella storia, grazie alla presenza di numerosi reperti archeologici risalente al Neolitico e all’età del bronzo. L’intera isola è stata dominata per un lungo periodo dagli arabi, lo stesso nome della località in arabo significa tramonto e vista la posizione di questa striscia di terra, non si poteva scegliere nome migliore.

Secondo gli studi archeologici il primo villaggio prese vita sull’isola tra l’870 e il 1090 d.c. La comunità dei tempi era caratterizzata da contadini, mentre oggi è un villaggio dove la tradizione e la cultura sono presenti insieme al relax tipico di questo paradiso terrestre. Le cose da vedere a Gharb sono tante, sicuramente verrete incuriositi dalla piccola chiesa, dedicata all’Immacolata e realizzata dell’archetto Giuseppe Azzopardi.

Gozo

Una volta entrati in questo luogo sacro, potrete sentire il forte senso di spiritualità del luogo, reso possibile grazie a un altare, dove è esposto il quadro ” Visitazione di Nostra Signora a Santa Elisabetta”. Il piccolo borgo propone ai turisti anche diversi musei, tra cui quello del Folklore che propone la storia di Ghab, dove si possono ammirare gli oggetti ritrovati durante i ritrovamenti che riguardano i mestieri antichi dei primi abitanti.

Da visitare anche la dimora di Karmni Grima, la contadina che sentì una voce provenire dalla cappella abbandonata Ta Pinu, oggi luogo di pellegrinaggio per via di miracoli avvenuti nel corso dei secoli.