Author Archives: Luigi

Cos’è il noleggio auto lungo termine senza anticipo

By | 23 gennaio 2018

Negli ultimi anni, anche nel nostro paese, sta prendendo sempre più piede una nuova concezione di vivere l’auto ed approcciarsi al concetto di proprietà di un mezzo di trasporto, tanto che sempre più frequentemente spot e messaggi promozionali del mercato dell’automobile, suggeriscono agli utenti di prendere in considerazione l’opportunità fornita dal noleggio auto lungo termine.

noleggio auto lungo termine

Questo tipo di noleggio, che in passato era rivolto ed utilizzato principalmente da professionisti ed aziende, è differente dal classico noleggio auto che viene utilizzato quando si è in vacanza o nelle occasioni in cui si ha bisogno di un’auto per pochi giorni.

Il noleggio auto lungo termine senza anticipo, permette di godere di tutti i vantaggi del possesso e delluso di una nuova automobile, per sé o per la propria famiglia, senza preoccupersi dei problemi, delle incombenze e delle spese riguardanti il suo acquisto.

Si tratta di una particolare tipologia di contratto, adesso finalmente aperto anche ai privati, mediante il quale una società di noleggio (che è la proprietaria ed intestataria dell’auto) mette a disposizione del cliente, dietro il pagamento di un canone mensile fisso, una nuova automobile in uso totale ed esclusivo per un periodo di tempo che va dai 2 ai 5 anni; il tutto con la possibilità di evitare il versamento di anticipi all’atto della sottoscrizione del contratto.

Questo canone mensile, stabilito dalla società di noleggio in base alle richieste ed esigenze del cliente, oppure diversificato in relazione al tipo di automobile, è comprensivo di tutti i costi e i servizi relativi allauto come: tassa di proprietà, assicurazione RCA e in alcuni casi anche Kasko (cioè quella particolare copertura assicurativa dei danni che lo stesso cliente potrebbe causare all’auto noleggiata), spese di manutenzione ordinaria e straordinaria e l’assistenza stradale.

In base alle diverse necessità, o ai pacchetti offerti dalle società di noleggio, tra i servizi inclusi nel canone mensile ci può essere anche quello di poter disporre una vettura sostitutiva nel caso in cui, l’auto noleggiata, necessiti di riparazioni e di un periodo non brevissimo di ricovero in officina.

Alla luce di quanto specificato, quindi, le uniche spese a carico del cliente, ovviamente escluse dal canone mensile, sono soltanto quelle relative al carburante, ai pedaggi autostradali, alle multe e alle spese di parcheggio o ricovero dell’autovettura.

noleggio auto lungo termine

I vantaggi del noleggio auto lungo termine

Rispetto al classico e tradizionale acquisto di una vettura, quali sono i reali vantaggi nel disporre di un’auto o di un veicolo commerciale (il noleggio auto a lungo termine è valido per varie tipologie di veicoli) quando si opta per questa particolare forma di noleggio?

I vantaggi offerti dal noleggio auto a lungo termine sono abbastanza chiari ed evidenti e, se per i professionisti sono da tempo conosciuti, per i privati si rivelano come una novità di fondamentale importanza quando si ha necessità di avere la disponibilità di un’automobile per un periodo di tempo ben determinato oppure quando non si vuole affrontare la spesa dell’acquisto definitivo di una nuova auto rimandando la decisione dopo aver fatto le opportune valutazioni “su strada”.

  • I primi due vantaggi sono: in primo luogo la certezza della spesa mensile che verrà affrontata e che è si rivela all-inclusive (eccetto ovviamente le già citate spese a carico del cliente); in secondo luogo la possibilità di non dover sborsare nessuna somma iniziale alla stipula del contratto per portarsi a casa la nuova automobile.
  • Non ci si deve preoccupare di pagare bolli, ricordarsi delle scadenze assicurative e, gli eventuali costi di manutenzione a seguito di malfunzionamenti, tagliandi vari, cambi gomme eccetera, sono completamente a carico della società di noleggio proprietaria della vettura, in quanto queste spese sono già annoverate nel canone mensile.
  • Nel caso si verifichi un guasto all’auto noleggiata, è sempre disponibile un’assistenza 24 ore su 24 con ritiro/consegna dell’auto e trasporto presso l’officina autorizzata più vicina tramite carro attrezzi, con la possibilità di avere un’auto sostitutiva per il tempo necessario alle riparazioni.

Come scegliere i pacchetti viaggio per le vacanze

By | 22 gennaio 2018

pacchetti viaggio

Organizzare una vacanza nonostante le molte possibilità presenti online e offline non è mai così semplice come si pensa. Per questo è sempre consigliato utilizzare un pacchetto viaggio per le vacanze in modo che sia tutto pianificato e che non si dimentichino i luoghi più interessanti da scoprire così come gli hotel migliorie, perché no, un prezzo favorevole. Sì, ma come scegliere il pacchetto viaggio per le vacanze che sia perfetto per quelle che sono le nostre esigenze e per quello che ci piace di più?

Avendo ben chiaro che un pacchetto viaggio è una formula all inclusive in cui si combinano elementi come il viaggio, il trasporto, i servizi turistici e l’alloggio, si potrà davvero scegliere quello che più fa per noi tra tutti quelli presenti nel mondo del web. Sicuramente questo permette di poter scegliere la proposta perfetta sia per quanto riguarda la destinazione che il prezzo, dettaglio che ha sempre il suo importante peso. Questo vale soprattutto per chi è appassionato di viaggi e non ne fa soltanto uno all’anno. Anche se in realtà il risparmio è una delle prime cose che tutti i turisti cercano. Con i pacchetti viaggio non soltanto risparmiare e abbandonarsi a una vacanza splendida è possibile, ma è anche semplice. Tutto dipende da quello che scegliamo, per questo è importante non sbagliare.

La rete oggi offre preziose possibilità di scelta e di pianificazione del viaggio, di qualunque meta si tratti. Internet è una preziosa fucina di idee su mete e pianificazioni, formule che fino a pochi anni fa non era neanche possibile immaginare. Se la tecnologia ha fatto passi da gigante, insieme a lei si è evoluto anche il modo di vivere e pensare alle vacanze che sono diventate ricche di luoghi da scoprire e di destinazioni da visitare in ogni parte del mondo. Affidandosi a ciò che propongono i pacchetti viaggio è senz’altro più semplice dedicarsi a tutto ciò che da contorno alla vacanza, nello specifico a cosa mettere in valigia, a quale specialità gastronomica si vorrebbe provare una volta arrivati, a quale clima troveremo e così via.

Cosa comporta optare per un pacchetto viaggio invece che per la tradizionale formula di vacanza? Una domanda che molti turisti si pongono quando si trovano alle porte dell’organizzazione del viaggio e alla quale è semplice rispondere. Ha un grande vantaggio: prezzo fisso senza brutte soprese per quanto riguarda gli elementi che comprende (volo + soggiorno oppure traghetto + soggiorno e molte altre opzioni).

Tra vantaggi ed esigenze dei singoli turisti, un pacchetto viaggio permette di viaggiare in totale relax certi che tour operator con esperienza si sono occupati della pianificazione della nostra vacanza, magari quella che tenevamo nascosta in un cassetto da una vita. Non soltanto così si decide di darle un’opportunità, ma regaliamo anche a noi la possibilità di goderci un meritato periodo di vacanza in cui necessariamente dobbiamo lasciare tutto a casa.

Del resto, non è l’evasione ciò che si cerca in un viaggio?

Come combattere e prevenire la cellulite

By | 16 novembre 2017

 

La cellulite è il risultato dell’infiammazione dei tessuti dovuta a cattive abitudini e non dipende solo dall’accumulo adiposo come spesso invece si pensa. Anche le persone magre, infatti, possono presentare i sintomi della cellulite. Combattere e prevenire la cellulite, inoltre, non è solo un fattore estetico ma un miglioramento del proprio stato di salute. Ecco quindi le regole anti cellulite da adottare per un corpo bello e sano.

prevenire la cellulite

Bere molta acqua

L’acqua, eliminando la ritenzione idrica aiuta a ripulire il corpo dalle scorie. L’ideale per una giusta idratazione è bere almeno un litro e mezzo d’acqua al giorno (circa sei bicchieri). Molto importante è, però, non superare i tre litri d’acqua per evitare la perdita di sali minerali. Una buona integrazione di liquidi può essere garantita da altre bevande non zuccherate e non gasate. Con una migliore idratazione, fin dai primi giorni, vedrete la vostra pelle più bella e luminosa.

Attività fisica

Una vita troppo sedentaria è garanzia di cellulite. Questo non significa fare ore e ore di allenamenti massacranti ma solo assumere qualche buona abitudine e organizzare un allenamento adeguato alle proprie esigenze e possibilità. Per chi ha una vita molto statica è consigliato iniziare a migliorarne la dinamicità nella routine quotidiana e praticare esercizio fisico anche solo per 5 minuti al giorno. Se ciò non è possibile, la soluzione è un allenarsi due o tre volte a settimana per un totale di 10 o 15 minuti ad ogni sessione.

cellulite

Una sana alimentazione

 Anche il cibo idrata e aiuta ad eliminare scorie e tossine. Prediligete cibi ricchi d’acqua e fibre: in primis frutta e verdura, ma anche legumi e cereali integrali. Evitate i cibi troppo raffinati e non eccedete in dolci e cibi grassi o fritti. Potete, inoltre, sfruttare le proprietà diuretiche, drenanti e disintossicanti di alcuni alimenti. Particolarmente indicati sono l’ananas (anche il succo, se non zuccherato), tutti gli alimenti ricchi di potassio, i cetrioli, gli asparagi e gli agrumi. Il sale va assolutamente moderato, ancor meglio se parzialmente sostituito con il sale rosa dell’Himalaya, ricco di vantaggi e proprietà.

Cura del corpo

In fine, è davvero importante non trascurare la cura del corpo. Oltre alla crema anti cellulite, anche la stesura della semplice crema idratante è utile a migliorare l’aspetto della nostra pelle. Il lieve massaggio d’applicazione aiuterà a stimolare la micro-circolazione cutanea e la crema idratante disseterà la pelle rendendola più compatta ed elastica. Un grande alleato contro la cellulite è, poi, lo scrub. Oltre a massaggiare e rinnovare la superficie cutanea, se costituito da ingredienti opportuni, può avere avere un vero e proprio effetto anti cellulite, evitandone la comparsa e attenuandola se già presente.

Gomme Pirelli da bici: uno sguardo alla tecnologia

By | 18 ottobre 2017

Dal brevetto del primo pneumatico per bicicletta tipo “Flexus”, registrato nel 1897, ai nuovissimi PZero Velo, messi sul mercato da settembre, il Gruppo Pirelli ha fatto dei passi da gigante, fino a creare dei prodotti gommati per bicicletta altamente performanti e tecnologici, che non hanno niente da invidiare a quelli realizzati per il settore automotive.

gomme pirelli da bici

Pirelli e il ciclismo

A maggio di quest’anno il Gruppo milanese della Bicocca, tramite il suo CEO Marco Tronchetti Provera e la portavoce Antonella Lauriola, COO Business Unit Velo Pirelli, ha annunciato l’intenzione di tornare nel ciclismo e lo ha fatto in grande stile, iniziando la campagna di lancio di PZero Velo, il nuovo pneumatico per bicicletta da corsa, il cui nome rappresenta ormai un marchio di alta tecnologia, performance e sicurezza.

Ciclismo e Pirelli sono sempre stati legati a doppia mandata, come dimostra il fatto che già in occasione del primo Giro d’Italia molti dei campioni corridori erano gommati Pirelli, nonché l’interesse del marchio della P lunga nella sponsorizzazione delle più importanti competizioni sportive del settore, come quella di quest’anno del Giro d’Italia Under 23.

Era tuttavia dagli anni Novanta che Pirelli non si faceva avanti in maniera così esplicita, proponendo dei prodotti pensati apposta per i ciclisti, e quest’anno ha deciso di tornare in questo mondo, rimanendo nel comparto a lei più congeniale, nel quale ha maturato una lunga esperienza e un know-how imbattibile, ossia quello della competizione su strada.

Tecnologia su due ruote

Non si può dire che quando si tratta di performance e tecnologia Pirelli sia per l’approssimazione: per lo sviluppo dei PZero Velo ci sono voluti circa 2 anni e il lavoro di un team di ingegneri e tecnici, impegnato ad ottenere un prodotto hi tech e altamente performante attraverso un processo di reverse engeneering, ossia analizzando i migliori prodotti disponibili sul mercato e puntando a migliorarli.

Una volta preso atto dello stato dell’arte del settore, Pirelli ha quindi concepito l’idea del suo pneumatico e ha cercato di mettere in campo materiali innovativi e tecnologie all’avanguardia, per giungere alla realizzazione industriale dei primi prototipi.

Una volta ottenuti, gli pneumatici realizzati con diversi tipi di mescole sono stati sottoposti alla fase di testing, utilizzando delle macchine studiate per simulare le condizioni del mondo reale e da questa selezione sono usciti solo i prodotti migliori.

Per ottenerli è stata sviluppata e brevettata una mescola innovativa, che si avvale della molecola di silice denominata SmartNet Silica™, che grazie alla sua forma allungata, quando viene disposta all’interno di una struttura, tende a disporsi al suo interno in maniera ordinata, garantendo stabilità, elasticità, scorrevolezza e tenuta sul bagnato, elementi fondamentali per uno pneumatico hi tech.

Oltre alla mescola, il Gruppo Pirelli ha lavorato molto anche sul disegno e sul design di questo prodotto: per il profilo e la costruzione dei nuovi PZero Velo, Pirelli ha scelto di utilizzare la tecnologia Ideal Contour Shaping (ICS), ottimizzando i parametri di costruzione del profilo della gomma e simulandone le prestazioni grazie all’utilizzo di software di modellazione avanzati.

Si è lavorato molto anche sulla struttura della carcassa e sul disegno del battistrada, utilizzato la tecnologia “Functional Groove Design” (FGD) derivata dal mondo del motorsport. Anche per quanto riguarda la scolpitura delle gomme, che non ha solo una funzione estetica, l’ispirazione è stata presa dal comparto delle moto da corsa, ispirandosi ai migliori modelli progettati per il Superbike, ossia il Diablo Supercorsa.

Gli pneumatici da competizione

La presentazione dei nuovi PZero Velo è stata fatta in pompa magna a Milano, prima nella sede istituzionale della Fondazione Pirelli, presso il reparto R&D dedicato a ricerca e sviluppo dei migliori prodotti Pirelli, poi presso la pista test di Pirelli a Vizzola, per dare una dimostrazione su pista e su strada.

I nuovi PZero Velo sono infatti degli pneumatici da corsa, e si avvalgono delle tecnologie già testate nel settore del Superbike e della Formula 1, riprendendone anche i motivi come iconico omaggio.

I PZeroVelo di Pirelli sono disponibili per l’acquisto in tre diversi modelli, identificabili dai 3 colori abbinati presenti sulla banda laterale e mutuati dalla F1:

  • il Road Racing presenta l’etichetta argento ed è il modello più leggero e versatile, pensato per la competizione o per l’allenamento e apprezzato per la sua affidabilità e scorrevolezza su tutti i tipi di strada;
  • l’etichetta rossa definisce il PZero Velo TT, ossia il modello Crono, il più veloce e scorrevole della gamma, che vanta una perfetta tenuta sul bagnato ed è indicato soprattutto per le gare a cronometro;
  • al modello Four Season si abbina invece l’etichetta blu, che definisce degli pneumatici perfetti per tutte le stagioni, che vantano un’elevata resistenza alla foratura che non va tuttavia ad inficiare scorrevolezza e performance, anche sul bagnato.

Per scoprire tutto sui PZero Velo e trovare tanti contenuti dedicati al mondo della bicicletta, potete consultare la nuova sezione del sito di Pirelli, appositamente aperta per il lancio del prodotto, e sempre aggiornata sulle ultime novità del settore.

Casco integrale: i migliori in offerta

By | 27 luglio 2017

Il casco è un accessorio indispensabile per la protezione e la sicurezza del motociclista. Sceglierlo non è così semplice in particolare per la presenza di modelli e tipologie che rischiano di confondere le idee. Il casco integrale è sempre quello più consigliato se si viaggia su due ruote di grossa cilindrata perché garantisce una protezione più elevata rispetto a un Jet, il casco aperto. Per scegliere quello giusto basterà conoscere le caratteristiche di cui si necessità tra i migliori in offerta presenti in commercio in modo da unire il fattore sicurezza a quello del risparmio.

La prima cosa da controllare è l’omologazione. Un casco regolarmente omologato deve avere un’etichetta sul cinturino, precisamente una E seguita da una serie di cifre che sta a indicare lo Stato in cui è avvenuta l’omologazione. Nel caso dell’Italia la sigla è E3. L’omologazione è importante per accertarsi che il prodotto abbia tutte le caratteristiche necessarie perché sia sicuro e per evitare salate sanzioni previste dalla Legge.

casco integrale

Elemento necessario per garantire la sicurezza nel caso di un’eventuale caduta sul manto stradale è la calotta, la superficie più dura che si trova all’esterno del casco che ha la funzione di attutire l’impatto. A seconda della casa di produzione ci possono essere calotte diverse in base alla taglia o calotte uguali indipendentemente dalla taglia, quest’ultime per ovvie ragioni sono più economiche delle prime. Il consiglio è quello di fare molta attenzione nella scelta, così come dovrebbe avvenire per l’imbottitura, di cui sul mercato c’è solo l’imbarazzo della scelta. Tra le varie tipologie si trovano quelle gonfiabili per permettere al casco di adeguarsi alle varie taglie e al viso del motocilista e quelle estraibili in modo da permettere una migliore igienizzazione.

Se avete deciso di acquistare il vostro casco integrale in offerta le indicazioni sono le stesse anche se questo merita un’accortezza in più che è quella di non scegliere senza pensarci almeno un po’ su secondo quelli che sono la vostra taglia e l’utilizzo che se ne farà (se siete motociclisti della domenica, sportivi, se amate la velocità…). Attenzione anche alla ventilazione, dettaglio che si potrà controllare analizzando il dépliant in cui sono spiegate tutte le caratteristiche dei numerosi caschi che si trovano oggi in commercio, in particolare le prese di ingresso dell’aria e l’estrazione, tra le altre cose. La ventilazione è importante per evitare che in determinate condizioni la visiera si appanni e non permetta di poter vedere bene la strada che si percorre.

Il fattore estetico non è da sottovalutare se si è appassionati di moda, ma sicuramente è l’ultimo fattore da tenere presente quando si tratta di viaggiare su due ruote, modalità che prevede velocità elevate, per questo prima di ogni altra cosa c’è la sicurezza. In ogni caso, con i numerosi modelli presenti sul mercato, non è difficile riuscire a scegliere un casco integrale sicuro, comodo e, perché no, che rispecchi anche i nostri canoni estetici.