Author Archives: Luigi

Casco integrale: i migliori in offerta

By | 27 luglio 2017

Il casco è un accessorio indispensabile per la protezione e la sicurezza del motociclista. Sceglierlo non è così semplice in particolare per la presenza di modelli e tipologie che rischiano di confondere le idee. Il casco integrale è sempre quello più consigliato se si viaggia su due ruote di grossa cilindrata perché garantisce una protezione più elevata rispetto a un Jet, il casco aperto. Per scegliere quello giusto basterà conoscere le caratteristiche di cui si necessità tra i migliori in offerta presenti in commercio in modo da unire il fattore sicurezza a quello del risparmio.

La prima cosa da controllare è l’omologazione. Un casco regolarmente omologato deve avere un’etichetta sul cinturino, precisamente una E seguita da una serie di cifre che sta a indicare lo Stato in cui è avvenuta l’omologazione. Nel caso dell’Italia la sigla è E3. L’omologazione è importante per accertarsi che il prodotto abbia tutte le caratteristiche necessarie perché sia sicuro e per evitare salate sanzioni previste dalla Legge.

casco integrale

Elemento necessario per garantire la sicurezza nel caso di un’eventuale caduta sul manto stradale è la calotta, la superficie più dura che si trova all’esterno del casco che ha la funzione di attutire l’impatto. A seconda della casa di produzione ci possono essere calotte diverse in base alla taglia o calotte uguali indipendentemente dalla taglia, quest’ultime per ovvie ragioni sono più economiche delle prime. Il consiglio è quello di fare molta attenzione nella scelta, così come dovrebbe avvenire per l’imbottitura, di cui sul mercato c’è solo l’imbarazzo della scelta. Tra le varie tipologie si trovano quelle gonfiabili per permettere al casco di adeguarsi alle varie taglie e al viso del motocilista e quelle estraibili in modo da permettere una migliore igienizzazione.

Se avete deciso di acquistare il vostro casco integrale in offerta le indicazioni sono le stesse anche se questo merita un’accortezza in più che è quella di non scegliere senza pensarci almeno un po’ su secondo quelli che sono la vostra taglia e l’utilizzo che se ne farà (se siete motociclisti della domenica, sportivi, se amate la velocità…). Attenzione anche alla ventilazione, dettaglio che si potrà controllare analizzando il dépliant in cui sono spiegate tutte le caratteristiche dei numerosi caschi che si trovano oggi in commercio, in particolare le prese di ingresso dell’aria e l’estrazione, tra le altre cose. La ventilazione è importante per evitare che in determinate condizioni la visiera si appanni e non permetta di poter vedere bene la strada che si percorre.

Il fattore estetico non è da sottovalutare se si è appassionati di moda, ma sicuramente è l’ultimo fattore da tenere presente quando si tratta di viaggiare su due ruote, modalità che prevede velocità elevate, per questo prima di ogni altra cosa c’è la sicurezza. In ogni caso, con i numerosi modelli presenti sul mercato, non è difficile riuscire a scegliere un casco integrale sicuro, comodo e, perché no, che rispecchi anche i nostri canoni estetici.

Sedie in legno

By | 14 luglio 2017

 

Lsedie in legno non sono tutte uguali. Affascinati dalla loro naturale bellezza, ci lasciamo ispirare dalle forme naturali per scegliere quella che più si adatta ai nostri spazi.

Gli elementi di una sedia possono cambiare e con essi l’effetto e le sensazioni che trasmettono, non solo a chi le ammira, ma anche a chi le utilizza. Lo stile classico si unisce alla moderna ricerca di abbinamenti cromatici e di forme, nelle sedie in legno massello. Colori, rivestimento e dimensioni sono elementi personalizzabili, che contribuiscono a dare unicità ad ogni pezzo prodotto.

sedie in legno

Si devono adattare forme e finiture di una sedia in legno, ai propri spazi abitativi.

Se amate i contrasti forti e puntate ad abbinare un arredo classico ad un ambiente dal mood minimal e moderno, vi consigliamo il legno massello. Tratto definito, con forme curate ma non eccessivamente elaborate: si integrano in un contesto semplice, aggiungendo un particolare che veste di luce l’ambiente.

La sedia in legno può essere anche più elaborata rispetto a sedute in altri materiali: la fantasia lascia spazio alla materia, con intarsi eleganti dove l’elemento naturale e la forza lignea si uniscono alle finiture classiche o altre particolarità stilistiche. Lo sfarzo, sul legno,non appesantisce, ma si fa portavoce di un lusso in qualche modo contenuto e positivo.

Il legno si adatta ad ambienti luminosi, con complementi d’arredo dalle linee pulite e semplici, dai colori chiari o scuri: si possono accostare sedie di vario tipo: con schienali alti, con elementi dipinti, anche in toni pastello, il legno può trasparire leggermente con le sue venature e si fonde con le forme e lo spazio per la seduta, che può essere anch’essa lignea, o rivestita con imbottiture, tessuti semplici o preziosi, trame particolari o intrecci di paglia, metalli, materiali plastici.

Il legno si presta benissimo per progettare sedie moderne, classiche, rustiche, in stile arte povera. Con particolari trattamenti il legno si adatta benissimo anche ad ambienti esterni o terrazzati, offrendo una scelta vastissima anche nelle soluzioni pratiche di modelli inclinabili, richiudibili o impilabili. Il legno garantisce un tocco naturale unico, riuscendosi ad adattare praticamente a qualsiasi ambente abitativo, senza che si rinunci ai propri gusti personali. Pareti, arredo, luminosità delle stanze. Pensate alle emozioni, a quanto può trasmettere ai vostri ospiti la scelta di un ottimo legno.

 

Graffi carrozzeria: come eliminarli definitivamente

By | 21 maggio 2017

Chi ripara i graffi dalla carrozzeria? A chi bisogna rivolgersi per eliminarli definitivamente ed avere la propria auto come nuova? Sia che siano comparsi misteriosamente sulle fiancate della propria auto, sia, invece, che siano fuoriusciti dopo aver strisciato contro muretti, paletti e muri, o che siano stati fatti, invece, da qualche vandalo, per eliminare i graffi dalla carrozzeria paiono esserci vari modi, ma quello più sicuro è di rivolgersi a dei professionisti.

Nonostante il fai fa te sia sconsigliato sono molti che, attraverso i prodotti messi in commercio, provano a cancellare il danno in autonomia. Fra di loro c’è chi non vuole far vedere al proprietario del veicolo che ha rovinato la carrozzeria con qualche graffio, chi, invece, pensa di potersela cavare da solo e chi spera così di risparmiare. Se il graffio è superficiale si può arrivare ad ottenere anche un buon risultato mentre se il danno è più profondo il rischio è quello di aggravare la situazione.

graffi carrozzeria

Per eliminare definitivamente i graffi dalla carrozzeria bisogna per prima cosa stabilire l’entità del danno. Questo è anche ciò che farà un bravo professionista. La parte della carrozzeria interessata dal graffio deve quindi essere analizzata con cura in un posto ben illuminato e anche, a volte, attraverso l’utilizzo di una lente di ingrandimento. Stabilire la profondità dell’incisione è determinante per la scelta della tecnica e degli strumenti più adatti da utilizzare.

La carrozzeria è composta in generale da quattro strati ovvero da un rivestimento trasparente, da uno strato di colore, dal primer e dall’acciaio. Se il graffio che interessa la carrozzeria della propria auto si ferma al primo strato, quello riguardante il rivestimento trasparente, la rimozione pare essere molto più semplice ed immediata. Se invece il graffio ha raggiunto l’ultimo strato, quello dell’acciaio, il danno è serio ed è meglio richiedere aiuto a dei professionisti. Stessa cosa vale per graffi vecchi e che ai lati hanno un po’ di ruggine.

Come procedere? Alcuni esperti consigliano di lavare bene la parte interessata e pulirla da tutta la polvere presente. In commercio ci sono numerosi prodotti che si applicano nei modi più disparati. Dalle bombolette spray alle paste abrasive, dalle resine ai pennarelli con dosatore finendo a piccole boccette che potrebbero benissimo essere scambiate per lo smalto delle unghie delle donne. Se il graffio è più profondo c’è chi consiglia di levigare la parte interessata, pulire accuratamente tutto, spalmare la pasta abrasiva stendendola nel migliore dei modi, levigarla così da renderla uniforme al resto della carrozzeria, ripulire nuovamente tutto ed infine lucidare la zona interessata.

Se si tiene alla propria auto e si vuole un lavoro accurato e definitivo il consiglio migliore è quello di rivolgersi, come già detto, a chi si occupa di tutto ciò per mestiere. Oltre ad avere tutti i mezzi necessari, i vari professionisti dispongono delle conoscenze più adatte  per poter eseguire un lavoro a regola d’arte. Trovare il carrozziere più vicino a casa ed ottenere un preventivo oggigiorno è oltretutto semplicissimo, basta una connessione a internet e pochi click.

Come organizzare una vacanza a Londra

By | 15 maggio 2017

Londra, capitale del Regno Unito, vivace e multietnica, è anche la città più grande d’Europa oltre che una delle metropoli più amate e visitate. La sua vitalità economica e culturale la rendono una meta battutissima dai giovani, che spesso scelgono di stabilirvisi per periodi più o meno lunghi alla conquista delle tante opportunità e delle tante esperienze che Londra offre. Ma anche chi opta per una breve vacanza non resterà deluso, la capitale inglese infatti riesce sempre a sprigionare un’energica meraviglia in tutti i suoi turisti, regalando a chiunque scelga di visitarla intensissime giornate cariche di indimenticabili sorprese.

 hotel in centro a Londra

La sua ricca e forte economia, che la rende la città europea con il più alto tasso di prodotto interno lordo, fa sì che un viaggio a Londra non sia certamente tra i più economici; ma la sua vastità di offerte e proposte la rende comunque accessibile a chiunque, quel che conta è organizzare la propria vacanza in questa splendida capitale scegliendo con attenzione dove pernottare e dove mangiare in base al proprio budget. La maggior parte delle attrazioni turistiche e culturali sono, infatti, gratuite o accessibili a costi davvero irrisori, non incideranno quindi troppo nella spesa di viaggio, mentre vitto, alloggio e trasporti vanno ben considerati prima di partire.

Per mangiare bene spendendo poco sarà sufficiente affidarsi alle tante catene, ai numerosissimi chioschi di hotdog e fish and chips e ai supermercati che facilmente offrono sandwich e altro cibo d’asporto a costi abbastanza accessibili.  Per quanto riguarda il pernottamento, invece, l’ideale è scegliere di prenotare una camera in hotel nel centro di Londra.  Vi segnaliamo di visitare la seguente pagina, in cui troverete 6 strutture selezionate veramente low cost di hotel in centro a Londra, perfette come punto d’ appoggio se volete visitare Londra, già molto costosa di per sé, senza spendere un capitale sul pernottamento ma avendo comunque allo stesso tempo un minimo di comfort.

Londra, infatti, è una delle città più ampie ed estese d’Europa ma i monumenti e le attrazioni turistiche principali sono per lo più concentrati nella zona centrale. Questo significa che, alloggiando fuori dal centro città, sarete costretti ad uno scomodo via vai perdendo molto tempo in metro anzi che godervi la città. In oltre, il traffico che congestiona sempre le strade londinesi, vi porterà ad optare per spostamenti in metropolitana: un mezzo davvero comodo per la sua frequenza e capillarità, ma non molto economico considerando che il biglietto per una corsa singola nell’area del centro costa circa 3,00 euro.

Per tutte queste ragioni, ma anche per una maggiore sicurezza, risiedere in un hotel in centro a Londra è sicuramente la scelta migliore per il proprio soggiorno in questa grande metropoli. Scegliendo tra i tanti alberghi che il cuore della capitale inglese offre, risparmierete tempo e soldi evitando lunghi spostamenti in metropolitana e vi sentirete molto più parte integrante della città, riuscendo a viverla a pieno in ogni momento della giornata.

L’imponente Big Ben, l’incredibile Tower Bridge sul Tamigi e la residenza reale di Buckingham Palace, la gotica abbazia di Westminster e la maestosa cattedrale di Saint Paul, la divertente ruota panoramica “London Eye”, la ricchissma National Gallery e Trafalgar Square sono solo alcune delle favolose attrazioni che vi aspettano nella vivace, dinamica e bellissima capitale della Gran Bretagna.

Valutate, perciò, i monumenti, le attrazioni e i luoghi noti della città per voi davvero imperdibili e che desiderate assolutamente visitare, create i vostri personali itinerari londinesi tra arte, cultura, modernità, shopping, storia e architettura per poter scegliere al meglio dove alloggiare e vivere una vacanza perfetta nel cuore di Londra: la vostra vacanza, infatti, inizia proprio da qui e, se riuscirete

Come controllare il pesoforma

By | 21 marzo 2017

La bella stagione è alle porte e adesso si incomincia a fare i conti con gli eccessi che “culinarie”  che sono state fatte in cucina nel periodo invernale, soprattutto nelle occasione delle feste.  Il peso forma è un parametro da tenere costantemente sotto controllo, non possiamo permetterci il lusso di trascurarlo a lungo termine, altrimenti ci troveremo a pagarne le conseguente. Il peso forma, o meglio peso ideale, è un parametro che varia da persona a persona ed è il risultato di tanti anni di ricerca  e studi nel settore della nutrizione. In pratica, è una semplice formula matematica in cui i parametri sono il peso, l’altezza, età e sesso. Gli studiosi affermano che se si riesce a mantenere un peso forma ideale il rischio di incorrere in alcune patologie si riduce drasticamente, come l’arteriosclerosi, il diabete mellito e l’ipertensione.

bilancia pesapersone

Spesso, per rientrare nei parametri di un peso forma, sono tanti i sacrifici a ci si deve sottoporre, primo tra tutti quello di seguire in regime alimentare equilibrato. Per fortuna, ci possono essere dei validi aiuti che ci permettono di tenere sotto controllo il peso, in modo da non smarrire la retta via verso il sovrappeso. Il primo consiglio è quello di fare in modo regolare attività fisica. Non necessariamente bisogna diventare un maratoneta per ottenere dei risultati, ma piuttosto bisogna avere una costanza. Un’ora di jogging (o anche una passeggiata a ritmo sostenuto) praticato tre volte alla settimana è sufficiente per smaltire qualche chilo di troppo.

Un altro strumento che indubbiamente ci permette di tenere sotto controllo il peso, è la bilancia pesapersone, un piccolo strumento che ha origine antichissime; la prima bilancia risale al III secolo A.C. e veniva utilizzata principalmente per scopi medici. La bilancia pesapersone è uno strumento che ai giorni d’oggi può essere considerato non sono come ausilio per il nostro stato di salute fornendoci il nostro peso, ma sono anche degli ottimi complementi di arredamento che sono in grado di valorizzare un angolo del vostro bagno o della vostra casa.

In commercio ci sono tantissimi morelli di bilance pesapersone, da quello meccaniche a quelle digitali, da quello specifici ad un uso professionale a quello più indicati per un uso tra le mura domestiche. Bisogno solo fare attenzione a scegliere la bilancia pesapersone migliore, che fa al caso vostro e che soddisfi le vostre esigenze.

Ad esempio, le ultime bilance pesapersone elettroniche sono in grado di darci tante informazione che sono di fondamenta importanza per il nostro benessere fisico. Una volta inserito i vostri dati come peso, altezza, età e sesso, oltre a fornirvi il nostro peso sono in grado di fornire tante altre informazioni come l’indice di massa corporea, l’indice di parta grassa e parte magra la percentuale di acqua presente nel vostro corpo e tante altre funzionalità.

Di recente, sono arrivate sul mercato anche delle bilance pesapersone wi-fi, che sono in grado di collegarsi al vostro smartphone, o iPhone, e con le varie app messe a disposizione dalle case che costruiscono le bilance, potete avere tante informazione sul vostro stato di forma direttamente sul vostro telefonino o computer.